BIOSCRAPE
“Psychologram”

Difficile dare una netta catalogazione a questo quartetto emiliano chiamato Bioscrape, che con questo secondo full-lenght dal titolo di “Psychologram” festeggia anche i dieci anni di attività. Un traguardo sicuramente degno di nota, anche se la loro discografia si limita purtroppo solo ad un paio di demo autoprodotti e due full-lenght, il primo dei quali “Exp.01” è uscito nel 2011. Ma, d’altronde, non sempre quantità equivale a qualità. Fortemente ispirati a scenari Sci-Fi, in “Psychologram” i nostri esplorano la risposta della mente in seguito al contatto con realtà aliene psicotiche e brutali, che vengo espresse attraverso una sorta di Alternative Metal, o quantomeno così viene descritto dalla Overdub Recordings, che mette insieme un forte background che deriva dal Nu-Metal con un Groove Metal dotato di riff e ritmiche semplici e lineari, sul quale aleggia sempre quella atmosfera claustrofobica ed aliena tipica dei Meshuggah. Posso già intuire come molti di voi avranno avuto dei brividi lungo la schiena alla vista della parola Nu-Metal, ma posso garantirvi che su questo disco non troverete ne parti rappate o dj che scratchano piatti. Infatti, i Bioscrape prendono dai Korn l’utilizzo di suoni dissonanti che si innestano su una solida sezione ritmica, che spesso e volentieri si accosta a quella dei Mudvayne. Il vocalist J. cerca di variare il più possibile il proprio cantato, utilizzando sia lo scream che il growl, passando anche attraverso tonalità intermedie. Parlando con tutta onestà, i primi ascolti di questo “Psychologram” non mi hanno dato buone sensazioni. Poi, dopo una settimana in cui mi sono dedicato all’ascolto di altre richieste, le nuove sessioni di ascolto hanno in parte cambiato il mio giudizio. Infatti, sebbene questo “Psychologram” soffra un po’ di ripetitività a lungo andare, forse anche imputabile ad una produzione un po’ troppo piatta e ripulita, ho trovato che la loro semplicità di fondo, unita anche ad una loro durata sempre limitata, permette di assimilare meglio le dieci tracce che compongono questo full length. “Mechanical Providence”, “Killer Collision” e “Astro Noise” sono alcune delle tracce che apprezzo maggiormente, per il resto non mi resta che ribadire che “Psychologram” è un lavoro che si pone ben oltre la sufficienza, mostrando una band sulla buona strada per costruire un sound abbastanza personale.

BRIEF COMMENT: In its second full length in over ten years, italian act Bioscrape shows up with “Psychologram”, a pretty enjoyable album of Alternative Metal in which Groove Metal riffs are mixed with some Nu-Metal influences (don’t worry, no dj or rap).

Contatti: Facebook
Etichetta: Overdub Recordings, D7
Anno di Pubblicazione: 2016
TRACKLIST: 01. Primordial Judge; 02. Mechanical Providence; 03. Aliena; 04. Bioscrape; 05. Killer Collision; 06. Cyber Hope; 07. Astro Noise; 08. Echo Silent; 09. Vega Cospiration; 10. Psychologram
Durata: 38:17 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.