CRAUTI BOILED
“Jar Of Farts”

Pensavo di trovarmi davanti al classico gruppo dedito al Grindcore demenziale, ed invece ecco una band pronta a stupire con un Death Metal mescolato agli elementi ed influenze più disparate, schegge sonore che scardinano e rovesciano il solido riffing di base. Basta ascoltare l’elettronica basilare che accompagna il campionamento di un “dotto” dialogo tra Bombolo ed il mitico Monnezza in “Lucio Feci’s “Un Giorno Di Ordinaria Coprofagia””, quasi una rievocazione delle musichette da quattro soldi che accompagnavano le commedie sexy italiane degli anni ottanta, oppure i malinconici arpeggi di pianoforte che accompagnano “Fisting With A Bottle” riuscendo a spezzare e ad arricchire il suo ripetitivo mid-tempo di base, fino ad arrivare al vero “cafolavoro” della band, “Negrofascist”. L’epica apertura è affidata ad un discorso campionato, se non mi sbaglio, di Borghezio, che introduce una strano ibrido Death/Thrash, sfociante in un finale in salsa Trip Hop davvero di effetto. Continua a leggere