DRUDKH
“Eternal Turn Of The Wheel”

A due anni dal precedente, e forse sottovalutato, “Handful Of Stars”, nel quale la band ucraina si mostrava alle prese con un sound fortemente virante verso i lidi Shoegaze e Post-Rock tanto cari ad Alcest e Les Discrets, i Drudkh ritornano sulle scene con questo nono lavoro dall’emblematico titolo “Eternal Turn Of The Wheel”. Un nuovo giro di ruota che, a detta dei proclami della Season Of Mist, avrebbe riportato la band verso sentieri sonori più grezzi e ferali, tipici della prima epoca del gruppo. Continua a leggere

DRUDKH
“Handful Of Stars”

Vista l’enorme cantonata che stavo quasi per prendere con il precedente e meraviglioso “Microcosmos”, questa volta ci sono andato molto cauto nell’approcciarmi al nuovo ed ottavo lavoro firmato Drudkh. Un ascolto prolungato, durato diversi mesi, ha sicuramente permesso al sottoscritto di poter analizzare ed assorbire nella maniera più completa e rilassata, le quattro lunghe composizioni (più intro ed outro) che compongono questo “Handful Of Stars”. Continua a leggere

DRUDKH
“Microcosmos”

Lo ammetto. Stavo per prendere un cantonata totale con questa nuova opera dei Drudkh. Dopo una decina di ascolti, la mia idea di questo “Microcosmos” era quella di una lavoro piatto, preparato con poche idee riciclate qua e la dal glorioso passato della band ucraina, e nulla più. Mai pensiero fu così sballato!  Continua a leggere

DRUDKH
“Enstrangement”

“Estrangement”, ossia alienazione, così si intitola questo sesto full-lenght di Saenko & soci, un lavoro dal minutaggio abbastanza risicato, 36 minuti scarsi, distribuiti in quattro tracce. Se nelle due precedenti uscite, “Anti Urban” e “Songs Of Grief & Solitude”, i Drudkh hanno cercato di cambiare un po’ le carte in tavola, in questo release, la band decide di ritornare su sentieri già battuti in quel capolavoro che risponde al nome di “Blood In Our Wells”. Continua a leggere