INTERVISTA ENISUM – Lys

Attivi da ormai dieci anni, Lys ed il suo progetto Enisum si apprestano a tagliare questo importante traguardo freschi di pubblicazione di “Arpitanian Lands”, uno degli album più interessanti usciti da un po’ di tempo a questa parte in Italia. Ecco quello che il musicista piemontese ci ha raccontato. Continua a leggere

ENISUM
“Arpitanian Lands”

In una scena come quella Black che oramai da tempo è invasa da orde di band che non vanno oltre i soliti cliché, i gruppi che portano avanti un discorso incentrato sulle proprie radici sono spesso delle realtà che, forse proprio in virtù di questa loro prerogativa, mostrano una maturità molto più marcata anche a livello di songwriting. Questo tipo di osservazione ben si adatta a descrivere gli italiani Enisum, che in questo “Arpitanian Lands”, loro quarto album, vanno una volta di più a tributare il proprio amore alla loro terra natia, dando vita ad un’uscita che è un passo oltre al già di per sé eccellente “Samoht Nara”. Rispetto al precedente lavoro, il trio guidato da Lys, fino a quel momento unico membro del progetto, si è in parte allontanato dalle sonorità di matrice Cascadian Black Metal, con Falls Of Rauros e Wolves In The Throne Room come numi tutelari, in favore di pezzi che ora si aprono anche a passaggi tra l’Atmospheric e il Post-Black, a cui va aggiunta una presenza più importante della voce femminile ad opera di Epheliin. Continua a leggere