INEXISTENZ
“Erfundene Welten”

Tra tutti i vari sottogeneri proliferatisi dal Black Metal, il filone Depressive/Suicidal è quello che si presta con più difficoltà ad un’analisi oggettiva, in virtù dei suoi schemi poco flessibili e del suo essere una musica pienamente apprezzabile e comprensibile solo quando si è in una ben determinata disposizione di spirito. Anche il progetto Inexistenz, one man band slovena creata nel 2010 da B., non fa eccezione, e nelle sei tracce del suo secondo full-length “Erfundene Welten” non lascia spazio a spiragli di sorta, plasmando un discreto Depressive Suicidal Black Metal che si ispira a quanto fatto da Abyssic Hate, Happy Days e Wigrid, giusto per citare i primi che mi sono venuti in mente durante l’ascolto. Continua a leggere