JUDAS ISCARIOT
“Thy Dying Light”

Dopo due demo ed un EP che già lasciavano intuire le enormi potenzialità del progetto Judas Iscariot, la one man band americana di Akhenaten rilasciò nel 1996 il full-length d’esordio “The Cold Earth Slept Below” e, di lì a breve, questo “Thy Dying Light”, dimostrando come creare Black Metal di ottima fattura non fosse solo una prerogativa scandinava. Continua a leggere

JARUN
“Wziemiozstapienie”

I polacchi Jarun sono una di quelle poche band che hanno dato inizio alla loro discografia direttamente con un full-length bypassando demo, EP e split, formati questi che rappresentano una scelta molto comune soprattutto in campo Black Metal. E’ bene tuttavia sottolineare come “Wziemiozstapienie”, pur essendo un debutto, mostri subito una certa maturità compositiva e una precisa scelta stilistica che svela le influenze di gruppi quali Enslaved, Helrunar e Negura Bunget. Continua a leggere

JUMALHÄMÄRÄ
“Resignaatio”

Ho ribadito più volte nel corso di svariate recensioni, quanto difficile sia il rapporto tra innovazione/originalità e la “presunta” chiusura stilistica del Black Metal, fatta generalmente di suoni scarni ed atmosfere distruttive. Ci sono bands (poche) abili nel riuscire a coniugare i due aspetti, riuscendo a far compiere al genere un vero e proprio passo in avanti Continua a leggere