PANOPTICON
“Autumn Eternal”

Dopo averci deliziato con due perle come “Kentucky” e “Roads To the North”, l’annuncio di un nuovo album a firma Panopticon non poteva che suscitarmi tutta una serie di alte aspettative. Certo, il teaser di anticipazione sembrava un po’ distante dai fasti dei precedenti lavori ma alla fine dei conti, mi dicevo, si trattava solamente di una piccola porzione di quello che sarebbe stato questo “Autumn Eternal”. Invece non voglio nascondere che, dopo i primi ascolti, ho cominciato a pensare che forse mi trovavo di fronte ad un album che lasciava un po’ di amaro in bocca. Mi spiego: il disco pareva decisamente valido, a tratti pure eccellente, ma più che quello che c’era, era quello che mancava che sembrava farsi sentire, visto che nella sua ora a disposizione la musica scorreva sì molto piacevolmente, ma pur sempre senza quell’imprevedibilità di fondo così importante nell’economia del progetto. Continua a leggere

PANOPTICON
“Roads To The North”

Dopo essere rimasto letteralmente folgorato da quella fulgida gemma a nome “Kentucky”, non nascondo che le aspettative che nutrivo per questo quinto capitolo sulla lunga distanza della creatura di A. Lunn erano parecchio elevate, al punto che questa stessa recensione esce con un po’ di ritardo proprio perché ho voluto prendermi diverso tempo per metabolizzare appieno questo nuovo lavoro. Ma questo cosa vuol dire, che “Roads To The North” non è all’altezza del suo predecessore e ha in qualche modo deluso le mie speranze? No di certo, significa soltanto che si tratta di un album diverso, e questo non tanto, o non solo, dal punto di vista musicale, ma soprattutto per quanto riguarda l’aspetto legato alle tematiche, componente essenziale e da sempre di vitale importanza nell’economia del progetto Panopticon. Continua a leggere

PANOPTICON
“Kentucky”

In un panorama così asfittico come quello del Black Metal odierno in cui i gruppi originali o con qualcosa di realmente significativo da dire sono merce rara, ecco che dagli USA, per la precisione Louisville (Kentucky), arriva il solo project Panopticon, creatura nata nel 2007 per volontà di Austin “A. Lundr” Lunn e con alle spalle già tre full-length e svariati split. Continua a leggere