VALUNA
“Non Piove Ma E’ Come Se”

Ascoltare questo debutto del quartetto laziale Valuna è come stare distesi su una collina e osservare il continuo mutare del cielo. Ci saranno momenti di totale assenza di nuvole, con il sole pronto a scaldarti il corpo e la pelle, e altri dove la presenza di nuvole rende il tutto più scuro ed ombroso, infondendo una sensazione di freddo alle proprie membra. L’ascolto di questo “Non Piove Ma E’ Come Se” è una immersione continua in un mare fatto di arpeggi acquosi, improvvise esplosioni sonore ricche di distorsioni, a cui rispondono accoglienti suoni generati dall’Ebow e Cellobow, suonati rispettivamente da Lorenzo Cellini e Giuseppe Tiberi. Sicuramente quanto proposto dai Valuna non rappresenta una totale novità in ambito Post-Rock, ma partendo dalle basi dei maestri del genere, quali Explosions In The Sky, Mogwai ed in alcuni momenti direi anche Godspeed You! Black Emperor, i nostri sanno rendersi particolarmente originali grazie alla scelta di sviluppare i brani in maniera più lineare, direi quasi cantabile, dotandoli anche di un gusto melodico tipicamente italiano. Continua a leggere