INFECTED CHAOS
“The Wake Of Ares”

Nati dalle ceneri dei Chaosreign, band in cui militavano i due chitarristi Martin Hartmann e Matthias Maygli ed il bassista Florian Betz, gli Infected Chaos si sono in breve tempo riorganizzati grazie all’ingresso in line up di due nuovi musicisti provenienti dal Sud delle Germania, ossia Christian Fischer alla voce e Christoph Raggl dietro alle pelli. Il risultato di questa nuova formazione è questo esaltante “The Wake Of Ares”, debutto uscito lo scorso marzo per conto della Metal Music Austria. Gli Infected Chaos suonano un Death Metal fortemente influenzato dalla scuola svedese di metà anni novanta, a cui vanno aggiunti anche parecchi richiami ai Carcass del periodo Death. Certo, il gruppo non brilla di sicuro per originalità, ma è fuori di dubbio che la loro capacità di mescolare ritmiche e riff abrasivi, con melodie dal sapore molto alla Edge Of Sanity, sia decisamente elevata. Se poi aggiungiamo la presenza di un growler potente e variegato quale Christin Fischer, ed una autoproduzione a cura del chitarrista Matthias Maygli perfettamente azzeccata, ecco che ci sono tutti i presupposti per un debutto con i controfiocchi. Difficile scegliere tra i brani la palma del migliore, visto che “The Wake Of Ares” si mantiene su un buon livello per tutta la sua durata, ma se proprio dovessi essere messo alle strette, opterei per “Awaking Into Nightmare” per il suo dipanarsi tra atmosfere putride e fangose e cavalcate melodiche alla Dark Tranquillity. Normalmente non sono un fanatico di gruppi dalle sonorità revivalistiche, ma devo proprio ammettere che questo “The Wake Of Ares” mi ha convinto sin dal primo ascolto, tanto da ascoltarlo parecchio durante la scorsa estate. Per chi volesse provarli, l’intero lavoro è disponibile in streaming sia sulla pagina Bandcamp che su quella Spotify del gruppo.

BRIEF COMMENT: “The Wake Of Ares”, debut full length by Infected Chaos, is a pretty amazing album in which the Austrian/German band plays a Death Metal highly inspired by the early ’90s Death Metal scene in Sweden and by Carcass‘s Death era too. Despite the lack of originality, the album does its job well, so you should check it out if you are into this kind of music.

Contatti: Sito Ufficiale
Etichetta: Metal Music Austria
Anno di Pubblicazione: 2015
TRACKLIST: 01. Rotting In Chains; 02. Devours The Light; 03. Ninth Circle; 04. The Arson Anthem; 05. Wolves In Thy Pantheon; 06. Code Of I.C.; 07. Awaking Into Nightmare; 08. Strike From The Sky; 09. Ia, God Of War; 10. The Silent Monoliths Of Grandeur; 11. Blooddawn Resistance; 12. On The Sea Of Grief
Durata: 46:54 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.