KORPSE
“Unethical”

Dopo quello ospitato la settimana scorsa, eccoci all’altro album che mi è stato mandato dalla Rising Nemesis. A differenza dell’altro lavoro rilasciato dalla label tedesca, questo “Unethical”, secondo full length per gli olandesi Korpse (un plauso per la fantasia), non posso neanche etichettarlo come totalmente noioso, semplicemente è il classico platter Brutal come ce ne sono tanti, tantissimi altri in giro, senza infamia e senza lode. A voler essere sincero, mi spiace dover dare un’altra volta un giudizio abbastanza netto, ma due sono le cose: primo, non troverei giusto dover tessere le lodi o parlar bene di un album solo perché me ne è stata inviata una copia; secondo, anche se mi trovo molto più a mio agio con altre sonorità, non mi sono fatto preconcetti di sorta e come al solito ho lasciato che fosse la musica a parlare, andando ad usare come metro di valutazione principalmente la sua capacità di coinvolgere. Tornando dunque così a parlare dell’aspetto musicale, questa volta almeno non è stato neanche troppo difficile arrivare alla fine dell’ascolto, questo perché i Korpse mettono in mostra un po’ di varietà compositiva, alternando blast beat d’ordinanza con stacchi tipicamente Slam, aspetto che quantomeno dona un minimo di vivacità al disco, anche se, a dirla tutta, già dopo la buona accoppiata iniziale “Collateral Casualties” e “Incinerate” il canovaccio comincia a mostrare tutti i propri limiti. Dovendo comunque darne un giudizio complessivo, magari “Unethical” finirà pure per strappare l’approvazione dei patiti del Brutal, ma devo ribadire che si viaggia su livelli assolutamente normali senza guizzi che ne elevino la qualità o lo rendano particolarmente consigliabile. A voi la decisione se tanto basta per farlo diventare un album appetibile, ma per quel che mi riguarda passo oltre senza particolari remore.

BRIEF COMMENT: Despite a pretty good start with “Collateral Casualties” and “Incinerate”, Korpse‘s second full length “Unethical” becomes quite predictable and standard with its other tracks, being indeed a Slam/Brutal release that perhaps won’t disappoint fans but, at the same time, won’t make all the other listeners change their minds.

Contatti: Facebook
Etichetta: Rising Nemesis Records
Anno di pubblicazione: 2016
TRACKLIST: 01. Conquer; 02. Collateral Casualties; 03. Incinerate; 04. Deformed To The Extreme; 05. Stoneage; 06. Cleaning The Aftermath; 07. Cannibal Warlords; 08. Unethical; 09. Retaliation; 10. Monastery Waste; 11. Eternal Misery
Durata: 34:48 min.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.