KRIGERE WOLF
“Sacrifice To Valaskjàlf”

I siciliani Krigere Wolf, nati nel 2009 per volontà di Riccardo Costantino, giungono al secondo full length dopo diversi cambi di line up e avendo alle spalle il debutto “The Ancient Culture To Kill” e il singolo “Victory Of Satan’s Warriors”. Rispetto agli esordi, la proposta della band si sta sempre più radicalizzando su lidi Black Metal, pur continuando a presentare rimandi ed elementi Death o Thrash, senza per questo risultare derivati o scontati. Quel che mi preme infatti sottolineare è come i Krigere Wolf siano riusciti a fare un notevole salto di qualità; intendiamoci, il loro primo album non era affatto male, ma nel complesso non riusciva quasi mai a piazzare la zampata vincente in grado di farlo stampare nella memoria. “Sacrifice To Valaskjàlf”, al contrario, risolve questo limite e, anche dopo svariati ascolti, mantiene intatta tutta la sua freschezza e la sua capacità di risultare letale. Difficile infatti non farsi irretire fin dalle prime note dell’evocativa intro, pronta a sfociare nell’irresistibile “Towards The Black Mass”, rabbiosa e ferale con le sue chitarre intente a macinare un riffing di matrice Black ma aperto a richiami di scuola Death e Thrash. L’ottima impressione viene subito bissata dalle successive tracce, sempre caratterizzate da una contaminazione di generi che permette loro di risultare abbastanza variegate ma allo stesso tempo legate da un filo conduttore, circostanza che ben si sposa con l’idea di concept album su cui si fonda il lavoro. Si passa così dalle rabbiose “Disciples Of Sacred Fire” e “Blood To The Wolves”, impreziosite dagli assoli del guest Azmeroth (Heretical), alla carica dirompente della title track, rifiatando giusto un attimo con l’intermezzo acustico di “The End Has A Beginning” prima di rituffarsi nelle trame vorticose di “Vision Of Death”, che lascia poi il passo ad un’outro che chiude simbolicamente il cerchio ricollegandosi al pezzo posto in apertura. Insomma, comunque lo si guardi, “Sacrifice To Valaskjàlf” risulta molto convincente e ben oltre la media, potendo contare su un songwriting ispirato e su una produzione che riesce a valorizzarlo dando il giusto peso a tutti gli strumenti. Un ascolto obbligato per tutti gli amanti del Black Metal.

BRIEF COMMENT: “Sacrifice To Valaskjàlf”, second album by italian Krigere Wolf, moves further toward Black Metal compared to their debut, managing to improve the songwriting and refining it into a lethal riffing with some Death and Thrash elements.

Contatti: Facebook
Etichetta: Fallen-Angels Productions
Anno di pubblicazione: 2014
TRACKLIST: 01. Whispers Of The End; 02. Towards The Black Mass; 03. Disciples Of Sacred Fire; 04. Sacrifice to Valaskjàlf; 05. Blood To The Wolves; 06. Impaled Slaves; 07. The End Has A Beginning; 08. Vision Of Death; 09. At Open Gates
Durata: 38:30 min.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.