MINDFUL OF PRIPYAT
“…And Deeper, I Drown In Doom…”

Una mazzata di proporzioni nucleari, questo è quel che ho pensato durante il primo ascolto di “…And Deeper, I Drown In Doom…”, EP d’esordio dei milanesi Mindful Of Pripyat. Nei circa venti minuti a loro disposizione, la band si cimenta in sedici brevissimi pezzi che dilaniano senza pietà le orecchie del povero ascoltatore. Schegge impazzite dalle quali trasuda l’amore incondizionato per un Grind Death evoluto, figlio bastardo di maestri quali Napalm Death, Terrorizer e Misery Index. Le marce chitarre di Giulia (già negli Into Darkness) macinano riff senza sosta, ben supportati dal mitragliamento continuo generato dalla batteria di Giovanni, mentre il vocione ribollente di Tya (vocalist anche degli Antropofagus) rade al suolo quel poco rimasto ancora in piedi dalla furia del trio. Uscito inizialmente come autoproduzione a gennaio, “…And Deeper, I Drown in Doom…” ha subito suscitato l’interesse della Bizzarre Leprous Productions, che ad aprile ha prontamente ristampato il lavoro su cd. Difficile estrapolare qualche brano in particolare dalla tracklist, ma considero “40 Seconds” un po’ come la summa dell’abilità tecnica e compositiva della band, visto che sono condensati in soli settantasette secondi sfuriate Grind, passaggi più cadenzati e anche un azzeccato stacco di basso distorto. Da menzionare pure le riuscite cover di Unseen Terror (“Oblivion Descends”) e Defecation (“Contagion”), quest’ultima veramente devastante, due interessanti side-project usciti dalla mente di Mitch Harris e Shane Embury, rispettivamente. Insomma, inutile girarci tanto in tondo, questo “…And Deeper, I Drown In Doom…” è veramente una bomba, ponendosi seriamente come miglior lavoro Grind Death uscito quest’anno. Nucleari.

BRIEF COMMENT: In their debut EP “…And Deeper, I Drown In Doom…”, Mindful Of Pripyat play a crushing and fierce Grind/Death in the veins of Napalm Death, Terrorizer and Misery Index, delivering sixteen killer songs that blast everything with no mercy.

Contatti: Facebook
Etichetta: Bizzarre Leprous Productions
Anno di Pubblicazione: 2015
TRACKLIST: 01. Containment; 02. Liquidators; 03. Chernobitch; 04. Cleansed By Fallout; 05. Lone In Town; 06. Deterrence; 07. Deep Water Coffin; 08. Mindful Of Pripyat; 09. Oblivion Descends (Unseen Terror cover); 10. Rusty Skin; 11. 40 Seconds; 12. Maruta; 13. Rabid; 14. G.W.I.; 15. Impressions Of A Sick Mind; 16. Contagion (Defecation cover)
Durata: 21:43 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.