OPERA IX
“Back To Sepulcro”

Tempo di celebrazioni per gli Opera IX, che con questo “Back To Sepulcro” ci propongono una rivisitazione di alcuni tra i brani più significativi del loro repertorio, con l’aggiunta di una traccia inedita, “Consacration”, che farà parte del loro prossimo full length. Questa è anche per il leader Ossian l’occasione di presentare, e saggiare su dei pezzi storici, la nuova formazione. Infatti, a distanza di ben quindici anni dal capolavoro “The Black Opera: Symphoniae Mysteriorum In Laudem Tenebrarum”, ultima release che vedeva la presenza di Cadaveria, gli Opera IX affidano nuovamente le vocal ad una giovane ed ancora sconosciuta cantante che corrisponde al nome di Abigail Dianaria, che affianca l’inossidabile Ossian alla chitarra e gli altri nuovi componenti, ossia l’esperto drummer M:A Fog, già in Black Flame e Janvs, giusto per citare solo due dei suoi gruppi attuali, il tastierista Alessandro Muscio, in arte Alexandros e con un lungo passato nei powermetaller torinesi Highlord, oltre che il bassista Scùrs.

In questo “Back To Sepulcro”, registrato da Ossian nei suoi studi personali tra il gennaio ed il febbraio di questo 2015 ormai a conclusione, la band ha deciso di reinterpretare, con questa nuova line-up, quattro pezzi estratti dai primi quattro album. Si comincia in maniera rigorosamente cronologica con la stupenda “Sepulcro”, traccia posta alla fine del primo e mitico “The Call Of The Wood”, per poi proseguire con due meravigliose opener, quali “The Oak” e “Act I: The First Seal”, rispettivamente tratte da “Sacro Culto” e “The Black Opera: Symphoniae Mysteriorum In Laudem Tenebrarum”, per poi chiudere infine con “Maleventum”, title-track dell’omonimo quarto lavoro della band piemontese. La chiusura di “Back To Sepulcro” spetta all’inedita “Consacration”, traccia che a dir la verità non mi ha scomposto più di tanto, pur contenendo tutti i tipici ingredienti della musica degli Opera IX. Probabilmente, il venire subito dopo una serie indiscussa di classici non aiuta di certo tale pezzo, la cui vera natura potrà essere valutata realmente solo all’interno del nuovo album. Per il resto, la produzione è molto curata e mostra un sound massiccio e muscolare, un po’ a svantaggio delle tastiere di Alexandros, facendo perdere un po’ del fascino occulto originario. La traccia maggiormente riuscita ritengo sia “Maleventum”, che con la nuova produzione ed interpretazione guadagna sia in potenza che in atmosfera. A proposito della nuova vocalist Abigail Dianaria, vorrei, per quanto possibile, evitare di fare paragoni con Cadaveria. Il suo screaming è discreto, anche se ho sempre la sensazione che risulti un po’ troppo monotono e poco d’interpretazione. Per esempio, la sua versione di “The Oak” non mi piace molto, soprattutto se rapportata all’originale cantata da Cadaveria. Ora, non so se tutto ciò dipenda da una scelta fatta ad hoc dalla band, in modo da dare una certa omogeneità a questo “Back To Sepulcro”, oltre che indirizzare il sound degli Opera IX in una direzione ben precisa, comunque si avrà modo di avere un quadro più netto anche su Abigail Dianaria solo quando si potrà ascoltare un nuovo disco di inediti.

BRIEF COMMENT: Time for celebrations for Opera IX, who’ve re-recorded four old tracks from their early albums, plus a new song, “Consacration”, in order to present their new line up gathered around the founding member Ossian, for the first time with a female vocalist, Abigail Dianaria, since Cadaveria left the band fifteen years ago. This new opus shows these old tracks in a more powerful way, with guitars dominating the scene, while the new one, although being characterized by all the ingredients of Opera IX‘s sound, has not fully convinced me. However, the overall impression is that this new line-up sounds compact, so “Back To Sepulcro” can be seen as a quite good release.

Contatti: Sito Ufficiale
Etichetta: Dusktone
Anno di Pubblicazione: 2015
TRACKLIST: 01. Sepulcro; 02. The Oak; 03. Act I. The First Seal; 04. Maleventum; 05. Consacration; 06. The Cross (Outro)
Durata: 47:45 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.