SGUAGUARAHCHRISTIS
“Der Nacht”

Tornano gli Sguaguarahchristis con il loro tripudio di marciume e ode alle tenebre sprigionato da un Black Metal estremo e senza mezze misure che ha pochi eguali, soprattutto negli ultimi anni: un chaos sonoro saturo di note annichilenti e blasfeme riscontrabile in act come Revenge e pochi altri. “Der Nacht” è il secondo full length per il combo e fa seguito all’EP “Raven” e al demo “Anti Human Black Metal”, entrambi usciti lo scorso anno e già ospitati sulle pagine della nostra ‘zine.

Ad un primo ascolto questo nuovo disco mi è sembrato molto più solido e rifinito dei precedenti: le strutture dei brani sono più compatte e meno dispersive, rendendo ancor più efficace la portata distruttiva e velenosa dei pezzi. Chiariamoci subito: la vena di follia e irrazionalità che contraddistingue la proposta degli Sguaguarahchristis resta invariata, disegnando scenari lugubri e ottenebranti che lasciano il segno. Inoltre, rispetto al passato, il malessere esistenziale e gli istinti suicidi che avevano contraddistinto l’EP “Raven” lasciano il posto alle pulsioni selvagge e incontrollabili degli elementi naturali: si passa da una dimensione di negatività umana e quindi ristretta, ad un orizzonte, passatemi il termine, cosmico, in cui tutto viene amplificato nei suoi effetti annichilenti e brutali. Veniamo così investiti da bordate gelide e scarnificanti, mortali e improvvise come bufere di neve, coadiuvate da chitarre al vetriolo, affilate e e spigolose da far sanguinare le orecchie, e da uno screaming bestiale ed indomito che si leva su progressioni fulminee e devastanti. Per farvi un’idea pensate ai pezzi più tirati e taglienti partoriti da band quali Old Wainds e Necrofrost e potrete capire il pandemonio a cui andrete incontro. Vi sembrerà di sentire il ghiaccio penetrarvi nelle ossa, di soffocare davanti ai venti glaciali e assassini che vi spireranno contro con una forza inarrestabile e mostruosa. Ecco allora la pioggia di note ossessive che incendiano ogni cosa come nell’opener “Act I: Under The Moon We Are The Hunters”, o il vortice apocalittico e schizoide di “Act II: Transparent Tears From Saturnus” creato da chitarre corrosive e laceranti. “Act V: The Howling Wind Whispers My Destiny” possiede un potere ipnotico grazie ai riverberi sinistri e agghiccianti delle chitarre, alle dinamiche incalzanti e angoscianti in grado di scatenare una scarica di terrore e panico: siamo paralizzati dall’onda d’urto sonora di questo act, quasi colti impreparati davanti a tanta ferocia e sfregio. A chiudere questo incubo fatto musica è la lunga titletrack che, nella sua prima parte, è interamente dominata da strutture pressanti e riff febbrili e morbosi avvolti da un feeling quasi epico e capaci di iniettarci massicce dosi di alienazione e stordimento. All’improvviso tutto sfuma in un’onirica coda finale dominata da sonorità evanescenti e luminose, create da chitarre liquide e ovattate ma che celano a fatica un inesauribile tormento di fondo.

Con “Der Nacht” gli Sguaguarahchristis hanno espresso a pieno le loro potenzialità e portano a pieno compimento quanto già dimostrato solo parzialmente nelle tre precedenti release dello scorso anno, sfornando un album con i “controcazzi”, potente, marcio e maledetto come pochi se ne trovano oggi, in cui è la passione e la devozione per il genere, qui davvero concreta e sentita, a fare la differenza.

BRIEF COMMENT: “Der Nacht”, second full length by Sguaguarahchristis, will drag you in a cold and hellish void of hate thanks to wild and obsessive guitars which create a dark and suffocating dimension full of bleakness and terror.

Contatti: Facebook
Etichetta: Self-released
Anno di pubblicazione: 2014
TRACKLIST: 01. Act I: Under The Moon We Are The Hunters; 02. Act II: Transparent Tears From Saturnus; 03. Act III: Black Waves Of Thy Winter; 04. Act IV: My Sideral Journey; 05. Act V: The Howling Wind Whispers My Destiny; 06. Act VI: Mother Night, Eternal Labyrinth; 07. Act VII: Der Nacht (Your World Is Covered By Lies)
Durata: 40:57 min.

Autore: Nivehlein

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.