SVARTELDER
“Pyres”

I miei ascolti di questo agosto appena passato, eccetto i vari lavori dei Therion recensiti per lo speciale estivo, si sono praticamente limitati a soli tre gruppi: Ade, Stilla e quindi questi Svartelder. Tenete conto che quasi tutti i miei dopo pranzo consistevano nel godermi il panorama del monte che sovrasta il paesino dove di solito risiedo durante le ferie avendo in cuffia quasi sempre gli ultimi due gruppi di cui parlavo sopra. Ringraziando il mio fiuto ancora parzialmente funzionante, sono riuscito a trovare due band in grado di dare ancora un senso forte alle due parole Black Metal. Se gli Stilla di “Skuggflock” mostravano un background fortemente legato alla propria terra natia, che vedeva in Satyricon ed Ulver un bel punto di riferimento, questi Svartelder, pur essendo in apparenza meno complessi, riescono a creare un ibrido tra un Black Metal fortemente dissonante, anche qui vengono in soccorso i Satyricon più recenti o i Khold, e momenti nei quali la musica scorre in una modalità decisamente più melodica e capace di creare scenari sonori quasi onirici. Tutto questo è sicuramente merito di una super line-up, che oltre al mastermind Maletoth, che si occupa di chitarre e basso, vede pure Doedadmiral dei Nordjevel alla voce e, soprattutto, Ak-47, il cui vero nome Anders Kobro spero non necessiti di presentazioni, e Kobold, di cui abbiamo qui recentemente parlato a proposito dell’uscita di un nuovo lavoro del suo interessantissimo progetto Old Forest, alle tastiere. Insomma, una sorta di superband che non tradisce affatto le aspettative, creando un disco d’esordio di notevole fattura, che ritengo destinato a creare un buon interesse attorno alla band stessa. Detto questo, non rimane che attendere con impazienza l’uscita di “Pure”, l’attesissimo ritorno degli …In The Woods, dove lo stesso Kobold vestirà i panni di nuovo vocalist. Prova davvero ardua, vista la grande stima ed affetto che continuo a provare per il buon Transeth.

BRIEF COMMENT: After a demo and an EP and more than ten years since they came to life, Svartelder have finally released their debut full length “Pyres”, a mesmerizing album that sounds as Black Metal but that has also a lot of other influences in it. Classic and at the same time almost avant-garde, but surely worth more than a listen.

Contatti: Facebook
Etichetta: Dusktone
Anno di Pubblicazione: 2016
TRACKLIST: 01. Guds Helvete; 02. Ingen Vet Jeg Var…; 03. Stygian Macrocosmos Pt. I; 04. Stygian Macrocosmos Pt. II; 05. Realm of Breathing Eyes; 06. Devil Of The Flesh
Durata: 44:58 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.