KORPSE
“Unethical”

Dopo quello ospitato la settimana scorsa, eccoci all’altro album che mi è stato mandato dalla Rising Nemesis. A differenza dell’altro lavoro rilasciato dalla label tedesca, questo “Unethical”, secondo full length per gli olandesi Korpse (un plauso per la fantasia), non posso neanche etichettarlo come totalmente noioso, semplicemente è il classico platter Brutal come ce ne sono tanti, tantissimi altri in giro, senza infamia e senza lode. A voler essere sincero, mi spiace dover dare un’altra volta un giudizio abbastanza netto, ma due sono le cose: primo, non troverei giusto dover tessere le lodi o parlar bene di un album solo perché me ne è stata inviata una copia; secondo, anche se mi trovo molto più a mio agio con altre sonorità, non mi sono fatto preconcetti di sorta e come al solito ho lasciato che fosse la musica a parlare, andando ad usare come metro di valutazione principalmente la sua capacità di coinvolgere. Continua a leggere

SPINA BIFIDA
“Ziyadah”

Ottima e saggia decisione quella della label Memento Mori di andare a ripescare l’unico full-lenght pubblicato da questa oscura band olandese che porta l’inquietante nome di Spina Bifida. Infatti, questo “Ziyadah” risulta essere, insieme al demo “Symphony Of Indictment”, l’unica testimonianza di un quintetto che, a mio avviso, aveva di sicuro molto altro da dare. Datemi del povero nostalgico, ma sono e continuo ad essere molto legato a tutti quei gruppi che, a partire dalla prima metà degli anni ’90, iniziarono ad inserire pesanti rallentamenti Doom all’interno di un matrice di solido e rabbioso Death Metal. Continua a leggere