VIAJANDO
“Counting Days”

Un nome esotico come Viajando, un artwork che ritrae un indefesso autostoppista seduto con il suo zaino su di un tronco d’albero, ed una descrizione del promoter che li etichettava come una Stoner band con influenze Hard Rock, non potevano che catturare la mia viva curiosità. Eppure, i primi ascolti di questa giovane band originaria di Charlotte, North Carolina, mi avevano lasciato con un po’ di amaro in bocca, poiché già mi pregustavo lunghe cavalcate desertiche ricche di psidechelia, ed invece mi sono ritrovato davanti un trio, con la sempre più rara figura di batterista cantante, che pur prendendo spunto dallo Stoner, ha nel suo DNA una gran voglia di spaccare proprio tutto, attraverso l’arricchimento del proprio sound con robuste dosi di Hardcore e Punk. In realtà, mettendo da parte le mie sciocche fantasticherie, ed ascoltando con maggiore attenzione questo loro secondo lavoro autoprodotto intitolato “Counting Days”, i Viajando non sono altro che un gruppo Grunge arrivato fuori tempo massimo, a cui si accoppiano spesso e volentieri ritmiche Stoner. Già dalla potentissima title-track posta in apertura, i primi due nomi che mi sono balzati in testa sono Soundgarden e Corrosion Of Conformity, ma pure Queen Of The Stone Age, sia per l’estrema quadratura e robustezza della sezione ritmica, sia per le versatili vocals del batterista Taylor, che vanno da un cantato melodico fino ad uno screaming più Hardcore/Punk. “Counting Days” si dimostra un lavoro molto energico, con la produzione che esalta questa voglia di spaccare della band, ritraendo un sound molto compatto e roccioso che, volendo proprio andare a cercare il pelo nell’uovo, tende un pochino a nascondere il loro variegato background musicale, con la tendenza a livellare un po’ troppo i pezzi dell’EP. Tuttavia, i Viajando hanno comunque dimostrato di avere stoffa e tra i pezzi migliori di questo “Counting Days” scelgo senza dubbio la title-track, “Hell’s Pit” e la soundgardiana “Sleeper”, che al mio orecchio rappresentano la parte migliore del trio americano.

BRIEF COMMENT: Viajando, a young trio from Charlotte, North Caroline, led by the rare figure of a vocalist/drummer, have released its second opus “Counting Days”, an EP in which Stoner is mixed with a lot of Grunge and Hardcore influences, with Soundgarden and Corrosion Of Conformity as first bands that’ve come to my mind throughout the listening. So, nothing really new, but their sound is compact and powerful and, among the tracks of the EP, title-track, “Hell’s Pit” e “Sleeper” sound pretty good.

Contatti: Facebook
Etichetta: Self-released
Anno di Pubblicazione: 2015
TRACKLIST: 01. Counting Days; 02. Nothing is Sacred;03. Hell’s Pit; 04. Rogue; 05. Dead Mask; 06. Sleeper
Durata: 24:44 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.